Attività svolta anno 2016

Appuntamenti

dell'Alpinismo

Giovanile

Appuntamenti dell'Escursionismo

Slittata
Prantneralm 

7 febbraio 2016

L'auspicio non poteva essere migliore: una slittata sotto la neve. Partiti in un'umida mattina con 33 allegri bambini al seguito, abbiamo raggiunto, prima in bus e poi a piedi, sotto una leggera ma costante nevicata, la Prantneralm sopra Vipiteno. Un'ottima pastasciutta e la cortesia dei gestori della malga ci hanno rifocillato corpo e spirito. Una cambattuta battaglia di palle di neve ha visto "perdere" il boss Guido sotto una valanga di colpi. Anche la discesa sulla pista da slittinio è stata molto divertente e, per fortuna, le zone ghiacciatae erano ormai coperte dalla neve fresca. Arrivederci alla ciapolata di marzo.

Ciaspolata
Kaserillalm

13 marzo 2016

Le nevicate delle prime settimane di marzo hanno finalmente reso possibile la nostra tradizionale ciaspolada con i ragazzi del corso. Ben 32 intrepidi "ciaspolatori" e 7 accompagnatori sono partiti da Malga Zannes in Val di Funes e lungo un interessante sentiero innevato hanno raggiunto i prati della Kaserillalm. Qui i bambini hanno potuto giocare e divertirsi scivolando o rotolando sui pendi con oltre 70 cm di neve immacolata. Un veloce pranzo al sacco, un sorso di the caldo e via di nuovo a tuffarsi nella neve. Per tutti una giornata strepitosa e all'insegna del divertimento in sicurezza.

Grotta del Calgeron

3 aprile 2016

L'attesa uscita speleologica del gruppo di AG è stata un'avventura in tutti i sensi. Ben 34 intrepidi bambini e ragazzi accompagnati da 7 adulti e dal gruppo di Soccorso Speleo di Bolzano e Bronzolo, hanno affrontato prima la tortuosa salita verso l'imbocco della grotta, con "interessante" guado di un torrente, e poi la buia discesa nelle viscere della montagna. All'ingresso ci attendevano i canotti per attraversare i laghi iniziali e anche all'interno non sono mancati rivoli e laghetti di ogni dimensione. Nonostante questi aspetti decisamente umidicci..... i bambini hanno dimostrato coraggio ed interesse per l'esperienza. Un grazie particolare al gruppo Speleo di Bolzano e Bronzolo per la professionalità, la collaborazione e la pazienza dimostrata.

Pousa Marza

10 gennaio 2016

Prima gita della stagione in ambiente innevato con ciaspole POUSA MARZA-PASSO TRE CROCI zona Cristallo. 40 partecipanti che hanno potuto pestare una quindicina di cm di neve caduta solo il giorno prima. Gita non molto impegnativa tutti si sono divertiti.

Kalksteinjöchl

17 gennaio 2016

Seconda gita con le Ciaspole anche un buon numero di partecipanti nonostante le previsioni davano una giornata molto fredda, circa 30 partecipanti. La gita si è svolta in val Casies. Partenza da Santa Maddalena in Casies seguendo inizialmente la pista di slittino per poi risalire un pendio ripido fino al limite del bosco dove raggiunta la prima malga abbiamo svoltato a sinistra,seguendo una forestale ottimamente innevata con neve polverosa, circa 30 cm,per raggiungere la Stumpfalm e dopo una buona sosta per scaldarsi e bere qualcosa siamo scesi per ripido sentiero a Santa Maddalena.

Croce Piccola di Racines

23 gennaio 2016

Gita sci alpinistica  nella valle di Racines, raggiunta la cima "Croce Piccola di Racines". Partenza da Vallettina dalla chiesetta dove finisce la strada. Dislivello di 1036 mt in circa 3 ore di salita, discesa per lo stesso tracciato della salita fino a metà per poi prendere un canale a sinistra e raggiungere il limite del bosco e la forestale per la quale si arriva alla partenza. 

Giornata discreta qualche fiocco di neve, non molto freddo, neve buona, divertimento assicurato. Partecipanti 7 baldi giovanotti più il veccio!!!

Cima di Colesei
Dolomiti orient.
Orienteering
a Pietralba

14 febbraio 2016

Bellissima escursione con le ciaspole da passo Monte Croce Comelico al Monte Colesei affrontata da 35 escursionisti. Sotto una leggera nevicata hanno raggiunto il Monte Colesei e dopo breve sosta per la foto di gruppo, ridiscendevano per lo stesso tracciato della salita verso il passo e poi per forestale fino all'arrivo della funivia che porta sul Monte Elmo da una parte e sulla Croda Rossa dall'altra (Orto del Toro). Il panorama causa la nevicata non è stato dei migliori ma, soprattutto in discesa, con l'aumentare della nevicata si è goduto di un ambiente favoloso.

1 maggio 2016

Sotto una leggera pioggia, che lentamente si è trasformata in neve, ben 28 intrepidi piccoli "orientisti", accompagnati da una decina di genitori e 6 accompagnatori, hanno esplorato i boschi attorno al Santuario di Pietralba alla ricerca delle 15 "lanterne". Il Gruppo Orientisti di Bolzano ha spiegato chiaramente al gruppo di AG di Bressanone le caratteristiche della disciplina sportiva conosciuta come Orienteering e tutti i partecipanti sono riusciti ad individuare i particolari topografici con l'aiuto della cartina e da questa risalire alle posizioni delle varie lanterne. Le apposite sale per gruppi con il pranzo al sacco allestite al Santuario hanno poi permesso a bambini ed adulti di rifocillarsi al caldo e soprattutto al coperto. Un ringraziamento particolare ai simpaticissimi Orlando e Romina per la preziosa collaborazione e l'organizzazione del percorso.

3 giorni in Tenda

 14-15-16 maggio 2016

Il fine settimana di Pentecoste ha impeganto non poco gli accompagnatori di AG della Sezione. 34 vivaci bambini hanno infatti "piantato le tende" nel capeggio "Arco" dell'omonima cittadina trentina nei pressi del lago di Garda. Le pessime condizioni meteo hanno costretto a limitare la permanenza del gruppo più numeroso alle sole giornate di domenica e lunedì, mentre alcuni accompagnatori assieme ad un gruppetto di coraggiosi bambini, hanno montato la tenda "comunitaria" nel pomeriggio del sabato sotto una fastidiosa pioggia. Sabato mattina è proseguito l'allestimento del campo con il montaggio delle altre 12 tende.... Appena arrivato il resto della comitiva, accompagnati anche dai volontari del soccorso alpino, il gruppo ha affrontato la ferrata dei Colodri recentemente ristrutturata e messa in sicurezza. Un buon panino con vista sul lago di Garda ha appagato stomaco e morale. Nel pomeriggio, dopo un ottimo gelato nel centro storico di Arco, giochi in allegria nel campeggio fino alla cena preparata con cura presso la sede SAT di Arco. Una gustosa pastasciutta, salumi e formaggi misti con torta finale hanno deliziato adulti e bambini e di questo ringrazioamo di cuore la sezione SAT per l'ospitalità e cortesia nei ns. confronti. La notte in campeggio "sembra" passata tranquillamente, forse perchè la stanchezza aveva preso il sopravvento su tutto il gruppo. Lunedì mattina gran movimento per lo smontaggio del campo e la buona colazione a base di Nutella; dopo il pranzo al sacco, nel primo pomeriggio allegri giochi sul prato del campeggio fino all'arrivo del bus che ci ha riportati a Bressanone. Un'esperienza veramente nuova e decisamente divertente per tutti; valuteremo di ripeterla anche il prossimo anno.

Biciclettata AG
Val Pusteria
Malga Zirago

20 febbraio 2016

Per motivi organizzativi la ciaspolada al Renon è stata spostata a Malga Zirago nei pressi di Brennero. In 9 temerari, guidati da Maurizio, siamo partiti dal caseggiato della vecchia partenza dell'impianto dismesso della pista di sci, risalendo la stessa e per sentiero abbiamo raggiunto sotto una fitta nevicata la Malga Zirago. Dopo un'ottima cena in allegria siamo ridiscesi, sempre sotto una più intensa nevicata, inizialmente da un itinerario diverso, al parcheggio e quindi a casa. La soddisfazione è stata unanime, stupenda escursione seppur senza luna ma alla luce delle frontali e con i bagliori dei riflessi dei grandi e fitti fiocchi di neve.

Piccolo Colbricon

12 marzo 2016

Escursione Sci Alpinistica al Piccolo Colbricon.

Inizialmente la gita era prevista al Monte Colbricon, durante la salita il responsabile per motivi tecnici ha deciso di cambiare meta. Sia come percorso che come panorama non è cambiato di molto, il piccolo Colbricon salita  più ripida all'inizio più dolce verso la cima. Partiti in 9 dal parcheggio del centro visite di Paneveggio attraversando la foresta dei violini, all'altezza della malga Colbricon siamo risaliti a destra verso la cima. Tutti arrivati in cima in circa 2h e 30'. Tempo discreto,neve buona. Prima che arrivassero le nuvole stupendo panorama sulle Pale di San Martino e Passo Rolle ecc. In discesa buona sciata, visibilità non delle migliori ma divertimento assicurato e soddisfatti ritorno a casa.

Madonna della Corona

20 marzo 2016

Con una bellissima giornata di sole, 24 soci si sono recati al Santuario della Madonna Della Corona, incastonato nella roccia che domina tutta la valle, partendo da Brentino. Dopo 600 metri di dislivello salendo per circa 1540 gradini sono giunti al Santuario alle ore 10,30 dove hanno assistito alla Santa Messa e alla benedizione delle palme. Alla fine sono risaliti fino al Paese di Spiazzi e dopo una sosta per consumare il pranzo al sacco sono ridiscesi per lo stesso itinerario a Brentino e da qui a casa, soddisfatti della bella camminata unita alla preghiera.

18 giugno 2016

A causa delle avverse condizioni meteorologiche la biciclettata di sabato 11 giugno è stata spostata al fine settimana successivo. Partiti da Bressanone con autobus e carrello al seguito, i 21 bambini e 6 accompagnatori (4 CAI AG e 2 Profi Bike) hanno raggiunto S.Candido in una fresca ma splendida giornata di sole. La pedalata è iniziata dal parcheggio dell'impianto Baranci, ha attraversato l'abitato di San Candido destando molta curiosità nella piazza principale (ciclisti in Alta Val Pusteria se ne vedono tanti, ma il nostro gruppo di bambini è sempre ammirato da tutti...) e dopo una "ripassata" alla pressione dei copertoni al noleggio bike della stazione siamo finalmente partiti sulla ciclabile in direzione Brunico. Giunti a Dobbiaco 2 accompagnatori hanno guidato i più grandi ed esperti alla scoperta del Lago di Dobbiaco, facendo il giro dello stupendo specchio d'acqua e scavalcando - divertendosi ma con il fiatone - il ripido colle della zona biathlon, mentre i più piccoli proseguivano lungo la ciclabile verso Villabassa. Purtroppo le nuvole scure all'orizzonte non avrebbero portato nulla di buono: verso mezzogiorno infatti la pioggia ha raggiunto i due gruppi e un provvidenziale cavalcavia come pure due pensiline del trasporto pubblico hanno offerto un comodo riparo a bambini ed adulti. Qui abbiamo tutti approfittato della sosta forzata per panini, cioccolata e frutta fino al termine del "primo" acquazzone. Ricongiunto il gruppo poco dopo Monguelfo abbiamo potuto proseguire abbastanza rapidamente e all'asciutto fino a Valdaora dove un secondo temporale carico di pioggia ci ha costretto alla sosta definitiva; qui l'autista del bus ha raccolto l'intera comitiva, forse un po' sporca per lo sterrato della ciclabile, ma per fortuna ancora asciutta. Nel viaggio di ritorno i piccoli passeggeri del bus erano stranamente silenziosi; un rapido controllo ha fatto capire il motivo: quasi tutti addormentati sui sedili......... Un grazie particolare a Marco e Stefano del Profi Bike Team per la gradita collaborazione.

Alla prossima uscita di settembre........... e buone vacanze a tutti.

.....

Aica-Spinga-Sciaves-Bx

10 aprile 2016

In 37 soci partiti dalla piazzetta al centro di Rio Pusteria, risaliti fino alla piccola frazione di Spinga, qui sosta e visita alla chiesa gotica di S.Rupert e alla cappella del San Sepolcro risalenti al seicento. Ridiscesi verso Aica fino al piccolo campetto e parco feste, fatta sosta per il pranzo al sacco. Ripartiti passando per il bunker risalente all'epoca fascista, attraverso la val di Riga, Novacella, arrivo in Sede a Bressanone, dove si consumava una lauta merenda preparata da volontarie e brave socie.

Sentiero della Maestra

17 aprile 2016

Il 17 aprile partiti da Moletta nei pressi di Dro/Arco in 34 Soci percorrendo il sentiero della maestra <<<Ketty Tandardini>>> passando dalla cava di Oolite, cava particolare poggiata su piloni naturali creati durante lo scavo con la stessa roccia, voltando a sinistra si raggiungeva il Dosso Grande e da qui discesa a Dro dove aspettava il Bus. Dopo un meritato caffè  nella totale soddisfazione ritorno a Bressanone.

Valle di Altafossa - Altafasstal

3 settembre 2016

La prima gita del mese di settembre ci ha portato in una valle quasi "incantata", a pochi chilometri dalla nostra città: la Valle di Altafossa - Altfasstal, appena sopra il paese di Maranza. Un nutrito gruppo di bambini, nonostante il periodo ancora estivo, ha potuto percorrere la facile e sinuosa strada forestale che porta fino alla Wieserhütte in fondo alla valle.  I più grandi fra loro hanno poi proseguito per un'altra oretta fino al lago Seefeld (2275 msm.) per ammirare il panorama della valle dall'alto e godersi lo spettacolo del grande lago con i riflessi verdi dell'acqua. Nel frattempo i bambini rimasti alla baita hanno potuto giocare e fare una piccola escursione fino ad una vivace cascata. Le ottime condizioni meteo, le interessanti soste per l'esperienza Kneipp con l'acqua fredda del torrente, i molti animali al pascolo (mucche, cavalli, asini) e un buon gelato alla Großberghütte hanno coronato la giornata trascorsa in allegra compagnia. 

Raduno Regionale di AG

11 settembre 2016

L'appuntamento annuale con il Raduno Regionale di AG si è svolto quest'anno a Villazzano, poco sopra la città di Trento. La locale sede della SAT ha organizzato al meglio una splendida giornata dedicata ai "Zoghi de sti ani". Oltre 330 bambini e 100 accompagnatori hanno affrontato con interesse e divertimento un lungo percorso attorno all'abitato di Villazzano; nei parchi cittadini appositamente attrezzati, hanno trovato ogni sorta di giochi all'aria aperta del passato: cerbottane, archi, percorso a mosca cieca, cerchi e bastoni, alberi della cuccagna e molto altro. Con entusiasmo e curiosità tutti i partecipanti si sono impegnati dall'arrivo in zona fino all'ora di pranzo. Sotto un grande capannone una gustosa pastasciutta, accompagnata da frutta e strudel, ha rifocillato la grande famiglia dell'Alpinismo Giovanile CAI-SAT. Il gruppo AG di Bressanone si è nuovamente distinto per il grande numero di bambini/ragazzi presenti (32, gruppo più numeroso!) e ha riscosso meritata considerazione da parte delle sezioni AG presenti. Al termine della giornata a tutti i bambini è stato regalato un utile sacco-lenzuolo con contorno di ciocciolata, biscotti e marmellatine. Veramente una festa ben riuscita sotto ogni punto di vista. Un plauso e un ringraziamento particolare alla SAT di Villazzano per il grande lavoro di pianificazione ed organizzazione dell'evento.

Gita culturale in Friuli

23-25 aprile 2016

Un allegro gruppo di 42 soci CAI ha partecipato alla gita culturale in Friuli  svoltasi nei giorni 23-24-25 aprile.  Nonostante l’insistente pioggia del sabato i soci hanno potuto ammirare le bellezze di Aquileia:  la basilica patriarcale, i mosaici ed il museo archeologico che sono un prezioso scrigno d'arte e di storia.

Il giorno dopo l’esperta guida Maria Paola ha condotto il gruppo attraverso le vie di Trieste, città ricca di storia. Presso “l’Osteria Istriano” i soci si sono rifocillati con un gustosissimo pranzo a base di pesce. Nel pomeriggio visita al Castello di Miramare con il suo museo ed il parco.

Il terzo giorno partenza per Udine e visita, sempre con guida, della città. Dopo un gustoso tipico pranzo all’”Hostaria alla tavernetta”il gruppo si è rimesso in viaggio per fare ritorno a Bressanone.

Punta Larici
Lago di Garda

15 maggio 2016

L’itinerario inizia subito ripidamente e fa sbuffare più di uno. Arrivati alla Bocca di Lé, un’insellatura nel bosco, dopo una breve sosta in attesa degli ultimi, si scende. Finalmente si apre la visuale sul Baldo che sovrasta il lago di Garda e su uno scorcio dello stesso lago. Sotto di noi il paesino di Pregasina. Lungo la discesa foto a non finire e scambio di opinioni fra di noi per il bel paesaggio.

Ad un certo punto risaliamo un sentierino un po’ sconnesso e faticoso che ci porta ad una strada forestale. Ora, a quanto ci hanno detto, è tutto in discesa e quindi non dovremo più faticare. Lungo la comoda forestale abbiamo tutto il tempo di guardarci intorno e fotografare gli scorci più belli. Lo sguardo va dal Monte Altissimo di Nago, al Baldo e giù, sulle rive del Garda, la costa orientale del lago e le cittadine di Riva e Torbole.

La comodissima forestale ci porta finalmente alla nostra meta; che anziché essere alla quota più alta, come pensavamo, è un po’ più bassa della quota della forestale. Finalmente la cima! Chissà perché l’hanno chiamata Punta Larici se non è una punta isolata, ma una specie di promontorio e di larici non se ne vede nemmeno uno!? La cima è veramente un meraviglioso balcone su tutto il lago di Garda e i monti che lo circondano (basta vedere le due foto anche se dicono ancora poco). Chissà come sarebbe bello rimanere quassù al tramonto, aspettare da soli e in silenzio che il sole cali laggiù in fondo al lago. Peccato! dobbiamo proseguire.

Ormai scendiamo velocemente lungo un bel bosco di faggio a Pregasina. Dopo una breve sosta scendiamo ancora per una stradina che ci porta in breve al Pullman che ci aspetta per il rientro. Ora possiamo dirlo è stata una bella escursione. Il variare dell’itinerario per boschi con paesaggi sempre vari, la meravigliosa vista dalla Punta Larici sul lago di Garda, dislivelli non eccessivi ed anche perché il tempo ci è stato amico, ci hanno fatto godere questa bella giornata.

.

Trekking
Cinque Terre
Versciaco - Dobbiaco
Col Ombert
Marmolada

04 settembre 2016

L'escursione ha avuto luogo, modificata però nel programma dal quale è stata tolta la ferrata dei Kaiserjäger e quindi la Cima Col Ombert, questo per mancata disponibilità di accompagnatori abilitati a portare il gruppo su vie ferrate.

I 20 soci partecipanti hanno raggiunto con un piccolo pullman il parcheggio in Val San Nicolò dopo Pera di Fassa; la giornata si presentava splendida. A piedi prima su strada e poi su un sentiero che ben presto ha cominciato a salire con percorso a serpentina la testata della valle per sbucare in quota in vista del rifugio San Nicolò. La fatica della salita è stata ripagata dalla visione a 360° di un panorama favoloso, il Col Obert e le cime attorno, facilmente individuabili Cima Uomo e le Creste di Costabella, di recente percorse sulla ferrata Bepi Zac. Dopo la sosta al rifugio, il cammino è ripreso su percorso comodo, allietato dalla costante visione della mitica parte sud della Marmolada, con discesa al rifugio Contrin dove era in atto la festa con premiazioni della corsa con traguardo al rifugio stesso. La discesa verso Alba di Canazei, dove il gruppo era atteso dal bus, tutta o quasi su strada, si è dimostrata lunga e, quando la vegetazione precludeva la vista del panorama, anche monotona.

Via Prà delle Suore, 1   39042  - Bressanone - Tel: 0472-834943   Fax: 0472-834943

  • w-googleplus
  • Twitter Clean
  • w-facebook

P.IVA 00566830212 - C.F. 81032050213

© 2023 by Roberto -Created with Wix.com